I FONDI STRUTTURALI 2007-2013

Il 1° gennaio 2007 ha preso il via ufficiale il nuovo periodo di programmazione della Politica di Coesione economica e sociale dell'Unione Europea. Alla Politica di Coesione è stato assegnato circa un terzo del bilancio 2007-2013 dell'Unione, pari a 347.410 milioni di euro (prezzi correnti).

INFORMAZIONI UTILI

Gli strumenti finanziari
La Politica di Coesione è finanziata attraverso tre diversi strumenti finanziari:

  1. il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - FESR e il Fondo Sociale Europeo - FSE (cd. Fondi strutturali)
  2. il Fondo di Coesione

La funzione dei tre Fondi è di contribuire alla realizzazione dei tre Obiettivi prioritari della Politica di Coesione.

Gli obiettivi

CONVERGENZA: è volto ad accelerare la convergenza degli Stati membri e delle Regioni in ritardo di sviluppo, migliorando le condizioni per la crescita e l'occupazione.

Territori interessati:

  1. le Regioni con un prodotto interno lordo pro capite inferiore al 75% della media dell'UE a 27;
  2. gli Stati membri con un reddito pro capite inferiore al 90% della media dell'Unione a 27.
  3. le Regioni con un PIL pro capite superiore al 75% della media UE a 27 ma inferiore della media UE a 15 (il cosiddetto effetto statistico dell'allargamento) alle quali è applicato un regime transitorio ("phasing out").

COMPETITIVITÀ E OCCUPAZIONE: punta a rafforzare la competitività e le attrattive delle regioni, nonchè l'occupazione, anticipando i cambiamenti economici e sociali.

Territori interessati:

  1. le Regioni che non rientrano nei parametri dell'obiettivo Convergenza (PIL pro capite > 75% UE-27);
  2. le regioni che facevano parte dell'Obiettivo 1 nella programmazione 2000-2006 e che ora non rientrano nell'Obiettivo Convergenza, alle quali è applicato un regime particolare ("phasing in").

COOPERAZIONE TERRITORIALE: Tale obiettivo è inteso a rafforzare la cooperazione territoriale - a livello transfrontaliero, transnazionale e interregionale - tra le Regioni dei diversi Stati europei.

Territori interessati: tutte il territorio europeo (in particolare le regioni di frontiera)

GLI STANZIAMENTI ASSEGNATI ALL'ITALIA

All'Italia sono stati assegnati 28.812 milioni di euro (prezzi correnti), così ripartiti fra i diversi obiettivi:
CONVERGENZA (Sicilia, Calabria, Campania, Puglia): 21.211 MEUR
CONVERGENZA phasing out (Basilicata): 430 MEUR
COMPETITIVITA' phasing in (Sardegna): 972 MEUR
COMPETITIVITA' (tutte le altre Regioni): 5.353 MEUR
COOP. TERRITORIALE (tutte le Regioni): 846 MEUR

I SETTORI CHE POTRANNO BENEFICIARE DEI FONDI STRUTTURALI
Il Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 ha individuato 10 Priorità tematiche che individuano i macro-settori che potranno beneficiare dei finanziamenti da parte dei fondi strutturali:

  1. Miglioramento e valorizzazione delle risorse umane
  2. Ricerca e innovazione
  3. Risorse ambientali
  4. Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita
  5. Risorse naturali e culturali
  6. Reti e collegamenti per la mobilità
  7. Competitività dei sistemi produttivi e occupazione
  8. Competitività e attrattività delle città e dei sistemi urbani
  9. Apertura internazionale e attrazione di investimenti
  10. Governance, capacità istituzionali e mercati concorrenziali e efficaci

LE OPPORTUNITA' DI FINANZIAMENTO
I fondi saranno assegnati attraverso una programmazione congiunta nazionale e regionale. Nel corso dei primi mesi del 2007 si prevede l'approvazione di 8 Programmi Operativi Nazionali (di cui 5 finanziati dal FESR e 3 dal FSE), 2 PO Interregionali (finanziati dal FESR) e 42 PO Regionali (un PO FESR e un PO FSE per ogni Regione e Provincia autonoma).

Sulla base dei Programmi Operativi, le Amministrazione centrali e regionali responsabili della programmazione cominceranno a pubblicare i primi bandi, attraverso i quali le imprese interessate potranno ottenere il cofinanziamento dei progetti presentati nei rispettivi settori di interesse.