News dalla rete ITA

8 Febbraio 2018

Serbia

SERBIA. NEL 2017 COMMERCIO ESTERO IN AUMENTO DEL 13,0%

Secondo gli ultimi dati dell'Istituto nazionale di statistica della Serbia, il commercio estero totale della Serbia nel periodo gennaio-dicembre 2017 è stato pari a 34,47 miliardi di euro - un aumento del 13,0% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le esportazioni sono aumentate del  12,0%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a 15,05 miliardi di euro, mentre le importazioni sono cresciute del 13,8%, a 19,42 miliardi di euro. Il deficit del commercio estero della Serbia nel 2017 è stato pari a 4,37 miliardi di euro, un aumento del  20,2 % rispetto al 2016. Il principale paese destinatario delle esportazioni serbe è stata l’Italia (1,99 miliardi di euro), seguita dalla Germania (1,89 miliardi di euro), Bosnia-Erzegovina (1,21 miliardi di euro), la Russia (881,3 milioni di euro) e la Romania (723,9 milioni di euro). Il principale fornitore della Serbia è stata la Germania (2,46 miliardi di euro), seguita dall'Italia (1,96 miliardi di euro), dalla Cina (1,57 miliardi di euro), dalla Russia (1,41 miliardi di euro), e dall’Ungheria (942,8 milioni di euro). La Germania e l'Italia continuano, sostanzialmente appaiate a contendersi la posizione di principale partner commerciale del paese. I paesi membri dell'Unione Europea contano per il 64,0% del commercio estero totale della Serbia. Il secondo gruppo di paesi partners più importante della Serbia è quello dei paesi CEFTA con i quali è stato registrato un surplus commerciale di 1,81 miliardi di euro, derivante principalmente dalle esportazioni di prodotti agricoli, ferro e acciaio, veicoli stradali, prodotti in metallo e prodotti finiti. I maggiori surplus commerciali sono stati nuovamente registrati nel commercio con la Bosnia-Erzegovina, il Montenegro e la Macedonia, mentre i maggiori disavanzi sono quelli con la Cina e la Germania. (ICE BELGRADO)