News dalla rete ITA

6 Ottobre 2015

Zimbabwe

INVESTIMENTI ESTERI, HARARE TAGLIATA FUORI

ZIMBABWE - Nel 2014 lo Zimbabwe non ha beneficiato della crescita degli investimenti stranieri diretti (Fdi) verso l’Africa, che si sono attestati ad 87 milioni (+64% rispetto a dodici mesi prima). Lo scrive la Financial Gazette di Harare citando come fattori di difficoltà per il paese anche le norme che prevedono di conferire a soggetti locali una quota di maggioranza (il 51%) di ciascuna attività. Lo scorso anno, il totale dei Fdi diretti in Zimbabwe è stato di 545 milioni di dollari. un progresso rispetto ai 400 dello scorso anno, reso possibile in particolare dalle attività minerarie, dalle infrastrutture e dai servizi. La cifra, tuttavia, lascia Harare notevolmente indietro rispetto agli altri stati della regione. Se l’Angola, secondo produttore africano di petrolio, ha visto gli investimenti arrivare a 16 miliardi di dollari, il Mozambico ad 8,8 e il Sudafrica a 3,8, persino lo Zambia - che attualmente attraversa una fase di difficoltà economiche - è riuscito ad attrarre 3 miliardi di dollari. A questa cifra, paradossalmente, ha contribuito anche lo Zimbabwe, con il lancio di un progetto per la produzione di etanolo dell’azienda Green Fuel, valutato 500 milioni di dollari. [DM] (ICE JOHANNESBURG)