News dalla rete ITA

18 Agosto 2017

Canada

IL MERCATO CANADESE SI APRE AL PROSCIUTTO DI SAURIS

Il prosciutto di Sauris IGP, prodotto nell’omonimo comune in provincia di Udine, sarà presto venduto in Canada. La Wolf Sauris, noto salumificio d’alta Carnia, ha comunicato infatti di essere pronta a vendere i propri prodotti nelle province del Québec e dell’Ontario, dove è concentrato il 60% della popolazione canadese, grazie alla collaborazione con un importatore locale specializzato in prodotti tipici italiani. Il mercato canadese dei salumi, limitato fino al 2009 ai prosciutti crudi Parma e San Daniele, alla mortadella IGT di Bologna ed ai prosciutti cotti, i soli prodotti della salumeria italiana fino ad allora autorizzati dalle autorità sanitarie ad essere importati nel paese, è stato aperto progressivamente, grazie alla negoziazione di accordi di accettazione delle misure sanitarie, fino all’accettazione nel 2015 delle carni suine italiane fresche. Tuttavia, per poter essere esportati in Canada i salumi italiani devono essere prodotti da uno stabilimento che deve risultare conforme ai vincoli definiti nell'Accordo veterinario (mutuo riconoscimento delle misure sanitarie) ed essere accompagnati da un certificato zoosanitario. La Canadian Food Inspection Agency (CFIA), l’autorità canadese competente, effettua dei controlli sistematici sui salumi importati in Canada per assicurarsi che i prodotti siano conformi alle normative canadesi, anche dal punto di vista dell’etichettatura. Ad oggi sono circa 250 gli stabilimenti produttivi italiani riconosciuti iscritti nei registri della CFIA ed abilitati ad esportare in Canada. Secondo i dati pubblicati da Statistics Caanada, per la voce prosciutti stagionati, le importazioni dall’Italia sono state nel 2016 di 1.006 tonnellate (+36% sul 2014) per un valore di CAD 21 milioni (+70% sul 2014), mentre salami e insaccati con 300 tonnellate (pari a un valore di CAD 3,6 milioni) hanno registrato un aumento sul 2014 del 126% in quantità e del 225% in valore. (ICE MONTREAL)